I nostri spaghetti artigianali

By Letizia Bonetti, Published on 23 marzo 2018

Spaghetti con filiera a chilometro zero, trafilati al bronzo con lavorazione artigianale. Sono l’ingrediente principe che My Cooking Box ha selezionato per la ricetta Spaghetti di grano duro con sugo al guanciale ideata da Bruno Cingolani, patron del ristorante Dulcis Vitis di Alba. E’ stato proprio lo chef di origine marchigiana a far scoprire a My Cooking Box la pasta artigianale prodotta dall’Azienda Agricola Bossolasco di Savigliano, in provincia di Cuneo, secondo il principio che guida la sua cucina: partire dalla conoscenza profonda della natura e dell’origine delle materie prime.

Gli spaghetti a marchio Bossolasco sono totalmente a chilometro zero: l’azienda agricola piemontese, arrivata alla quinta generazione, coltiva il grano duro in 25 ettari di terreni e poi lavora direttamente la materia prima, seguendo il metodo artigianale, per produrre una pasta di alta qualità. “Da cinque anni abbiamo iniziato a coltivare il grano duro: è nata come una sfida da un’idea mia e di mio padre Piero – spiega Emanuele Bossolasco – per creare una filiera del grano duro in Nord Italia, del tutto inusuale visto il clima più rigido. Dopo tre anni di buoni risultati organolettici, abbiamo iniziato a trasformare il grano duro in pasta”.

La pasta che trovate nella box Spaghetti di grano duro con sugo al guanciale è di ottima qualità perché, come spiega Emanuele Bossolasco, “viene utilizzata la trafilatura al bronzo, che conferisce più ruvidità e porosità alla superficie della pasta con il risultato che la pasta resta più legata al condimento. Poi l’essicazione in cella è statica a 45 gradi, più lenta rispetto ai metodi industriali dove si raggiungono i 100 gradi per ridurre i tempi di produzione”. Pensate che per gli spaghetti scelti da My Cooking Box l’essicazione è quella con tempi più lunghi: servono 3 giorni. “Questo tipo di lavorazione consente di mantenere tutte le qualità organolettiche del grano – continua Bossolasco -, con valori alti di fibra e proteine”.

Spaghetti del diametro di 2,2 millimetri, che si sposano in modo perfetto con il sugo al guanciale per un piatto davvero gustoso… e con My Cooking Box anche facile da cucinare. Non vi resta che mettere a bollire l’acqua, a tutto il resto ci pensa My Cooking Box!


Letizia Bonetti

Giornalista e social media manager, sempre in giro per il mondo ma grande sostenitrice del made in Italy, ama la buona cucina... però è un disastro ai fornelli! Da quando ha scoperto My Cooking Box è (quasi) diventata una chef coi fiocchi.

Accetto le condizioni della Privacy Policy.