Spaghetti con sugo al guanciale

By Letizia Bonetti, Published on 01 dicembre 2017

Una nuova ricetta, un ottimo e gustoso piatto per My Cooking Box che ci propone una delle paste più tradizionali abbinate a uno dei sughi più buoni al mondo: ecco a voi gli Spaghetti al guanciale. Anzi, per la precisione: Spaghetti di grano duro con sugo al guanciale.

Ma non solo: a preparare la salsa per My Cooking Box, e ad aprire il suo libro delle ricette, c’è lo chef marchigiano Bruno Cingolani, che si racconta con un piatto della tradizione italiana che ha il sapore dei suoi ricordi, tutta la sua passione per la cucina e il gusto di un piatto da condividere con i propri cari e gli amici.

Lo chef e patron del ristorante Dulcis Vitis di Alba punta da sempre alla qualità dei prodotti, al valore della tradizione, alle cose buone e fatte bene. Proprio come questa ricetta: “Il sugo è parte della mia storia, mi ricorda quando vedevo, da ragazzino, mio padre fare il gianciale, con la ricetta tramandata nella mia famiglia” racconta lo chef che in cucina ha iniziato subito, da bambino: “Osservando la mia famiglia, continuando all’Alberghiero di Senigallia, e iniziando subito a lavorare”. Tanto che, da giovanissimo, chef Cingolani si è trasferito ad Asti dove ha scalato tutti i gradini della professione, fino a gestire il suo rinomato locale, nel centro di Alba.

Ma non solo: “Ho registrato il marchio “Made in Alba”, nato per valorizzare i prodotti di eccellenza enogastronomica di Langhe, Roero, Monferrato e del Piemonte. La bontà della materia prima proveniente sia dalla zona Unesco che dai territori di grande tradizione è la base per far conoscere la tradizione della cucina” spiega chef Cingolani.

Cingolani crea i piatti del Dulcis Vitis definendosi “un chef della natura”: gli ingredienti sono combinati ed utilizzati per esaltarne il sapore e le proprietà nutritive; uniti insieme per creare sapori veri: “La filosofia che da sempre guida la mia cucina è quella che parte dalla conoscenza profonda della natura e dell’origine delle materie prime” commenta ancora. I contadini del territorio, gli allevatori ed i produttori di vino conoscono bene le abitudini di chef Cingolani e non è raro vedere sulle curve di Langhe e Roero, lo chef carico di cassette e contenitori ricchi di profumi e colori che solo andando all’origine si possono trovare.

La nuova box nasce così: “Per fare il sugo al guanciale ho lavorato in squadra con i produttori della mia zona: c’è il guanciale di una famiglia che da tradizione alleva maiali, a Ferrere d’Asti, ci sono i pomodori dei contadini con cui collaboro da sempre”, spiega. E poi cipolla, aglio, olio, un po’ di peperoncino. Il tutto per condire gli spaghetti: “Ho selezionato grani piemontesi, un ottimo abbinamento”. Non resta che provare la nuova ricetta, semplice e appetitosa, di My Cookin Box. per un Natale saporito e gustoso.


Letizia Bonetti

Giornalista e social media manager, sempre in giro per il mondo ma grande sostenitrice del made in Italy, ama la buona cucina... però è un disastro ai fornelli! Da quando ha scoperto My Cooking Box è (quasi) diventata una chef coi fiocchi.

Accetto le condizioni della Privacy Policy.