A Hong Kong con… sapore!

By Letizia Bonetti, Published on 08 settembre 2017

L’Oriente assapora My Cooking Box: lo scorso mese, precisamente dal 17 al 21 agosto, Chiara Rota e la sua squadra sono stati al Food Expo di Hong Kong, in Cina, con uno speciale stand dai colori e sapori tutti made in Italy. L’obiettivo? Molto semplice: portare in Asia tutto il gusto della tradizione italiana!

Food Expo Hong Kong é infatti considerata una delle più importanti fiere del food dei Paesi orientali con 1.200 espositori e 410 mila visitatori, tra i quali oltre 19 mila buyers provenienti da 63 Paesi del mondo: un vero e proprio centro nevralgico per i professionisti del settore. E un ottimo trampolino di lancio per tutte quelle giovani realtà che realizzano prodotti di eccellenza e che vogliono portarli alla conoscenza di nuovi consumatori.

Proprio come My Cooking Box, che con i suoi ingredienti sani e naturali ha fatto ingolosire il grande pubblico asiatico. Estimatori del made in Italy che si sono lasciati conquistare dal progetto, assaggiando le ricette proposte dal team italiano e sorprendendosi della scelta attenta e naturale degli ingredienti.

«La fiera è andata molto bene – spiega Chiara Rota, ideatrice del marchio e del progetto -. Questa è la prima volta in Asia per My Cooking Box e dobbiamo ringraziare per questo un nuovo partner locale, che ci aiuterà nella distribuzione del prodotto».

In scena a Hong Kong sono andate le box dei primi e secondi piatti, tutti al compelto tra trofiette, polenta, paccheri, pici e busiate: «Abbiamo avuto modo di far degustare i nostri piatti e devo dire che sono stati molto apprezzati: sia per la scelta del prodotto, per l’attenzione alle dosi e alle ricette, ma anche per il packaging, molto smart e funzionale» continua Chiara Rota.

La ricetta più richiesta? «Sicuramente la new entry dei Pici al tartufo con briciole di pane e acciughe: questo perchè c’è attenzione alla qualità e alla novità – continua Chiara Rota -. Molto apprezzata, all’insegna di un cibo sempre sano, anche la box delle Busiate di tumminia bio con pomodoro ciliegino, olive e capperi».

La fiera è stata anche l’occasione per testare il mercato asiatico, realtà nuova ed emergente per My Cooking Box: «Abbiamo ricevuto i primi feedback e abbiamo capito il nostro posizionamento: il progetto piace molto alle persone attente alla qualità ed è un prodotto apprezzato da un target giovane, dinamico e contemproaneo che vede il cibo italiano come un must», commenta ancora Chiara Rota.

Ora quale sarà il nuovo obiettivo da raggiungere? «Sempre per il mercato asiatico, molto attivo e proficuo, stiamo trattando con delle catene di food per il posizionamento delle nostre box: saranno così a disposizione del consumatore finale – conclude Chiara Rota -. E poi grandi novità, ma è ancora presto per parlarne…». State collegati!


Letizia Bonetti

Giornalista e social media manager, sempre in giro per il mondo ma grande sostenitrice del made in Italy, ama la buona cucina... però è un disastro ai fornelli! Da quando ha scoperto My Cooking Box è (quasi) diventata una chef coi fiocchi.

Accetto le condizioni della Privacy Policy.