Crowdfunding al via, per il primo punto vendita

By Letizia Bonetti, Published on 11 maggio 2018

Ha già raggiunto quota 286.000 euro con 44 adesioni la nuova campagna di crowdfunding lanciata da My Cooking Box il 3 maggio scorso sul portale Mamacrowd: si può infatti investire nel nuovo progetto di internazionalizzazione che punta all’apertura in tutta Europa di store con vendita e somministrazione diretta delle ricette Made in Italy.

 

Un grande successo che ha portato il nuovo progetto di My Cooking Box a superare, nelle prime 24 ore, il goal di 200.000 euro. Internazionalizzazione è infatti la parola d’ordine per questa nuova campagna di crowdfunding, “un progetto retail in cui anche la società di consulenza Ernst&Young ha deciso di entrare come partner” conferma Chiara Rota, fondatrice di My Cooking Box che nel 2017 è cresciuta del 460% rispetto al 2016 e punta a raggiungere un fatturato di 15 milioni di euro entro i prossimi 5 anni. Obiettivi ambiziosi per questa startup che valorizza il Made in Italy attraverso prodotti di alta qualità, un progetto che ha iniziato a farsi conoscere ed apprezzare anche all’estero: in soli quattro mesi il fatturato export è cresciuto infatti dell’11%.

“Siamo presenti, tramite distributori locali, in undici Paesi oltre all’Italia: Regno Unito, Irlanda, Francia, Spagna, Svizzera, Germania, Austria, Olanda, Norvegia, Canada e Hong Kong – sottolinea Chiara Rota -. Le nostre box si trovano in 48 città italiane, inclusi i Mondadori Store, e abbiamo consegnato in 22 nazioni anche grazie al successo ottenuto sul portale di Amazon Made in Italy Gourmet, che ha fatto registrare in un solo mese 850 vendite in 11 Paesi”.

 

 

 

 

 

 

Ma il riconoscimento più grande è stato il riscontro positivo da parte dei buyer e le trattative in corso con alcuni dei più importanti brand e catene internazionali come Harrods, El Corte Ingles, Auchan Export, Fortnum & Mason e Lakeland. Obiettivo del 2018, oltre ad incrementare la distribuzione del prodotto all’estero, è appunto “l’apertura del primo punto vendita esclusivamente dedicato alla vendita e somministrazione di My Cooking Box” spiega ancora Chiara Rota. “Così si potranno gustare tutte le ricette prima di acquistare il kit per cucinare in modo semplice un piatto della tradizione italiana, seguendo la ricetta di uno chef e avendo già a disposizione tutti gli ingredienti già dosati”.

 

Puoi aderire anche tu alla campagna di crowdfunding!


Letizia Bonetti

Giornalista e social media manager, sempre in giro per il mondo ma grande sostenitrice del made in Italy, ama la buona cucina... però è un disastro ai fornelli! Da quando ha scoperto My Cooking Box è (quasi) diventata una chef coi fiocchi.

Accetto le condizioni della Privacy Policy.