Conosciamo lo chef Fabio Potenzano

By Letizia Bonetti, Published on 30 giugno 2017

A 13 anni già frequentava le cucine dei migliori ristoranti di Palermo, appassionato dei prodotti della sua terra e con lo spirito e l’inventiva di un ragazzo curioso. Fabio Potenzano, proprio con quell’entusiamo, si è messo in gioco con My Cooking Box cimentandosi in una ricetta regionale che ha tutto il sapore della sua Sicilia. Chef riconosciuto in Italia e all’estero, ha girato il mondo e si è messo pure a fare formazione, tanto che dal 2014 fa parte della Nazionale Italiana Cuochi. Ed è anche volto televisivo di Rai 2 nel programma pomeridiano “Detto Fatto” condotto da Caterina Balivo.

“Ho conosciuto Chiara Rota a un mio corso di cucina e lei mi ha raccontato della sua idea, del progetto di creare delle box che unissero il buon cibo italiano all’alta qualità delle materie prime e a giusti dosaggi, per una cucina facile e senza sprechi” spiega lo chef, che continua: “Le ho subito detto che il suo progetto mi piaceva e che avrei creato con piacere una box con lei, ovviamente siciliana, identificativa della mia terra”. Per portare i sapori dell’Italia e l’esperienza di uno chef nel mondo: “Ne nasce una squadra affiatata, per un mix di ingredienti genuini e una ricetta facile e veloce, ma dal sapore intenso”.

Dopo le Trofiette al pesto, nasce così la seconda box di My Cooking Box: Busiate di Tumminia bio con pomodoro ciliegino, olive e capperi. “Abbiamo lavorato un mese alla ricerca dei giusti produttori e degli abbinamenti più sani e naturali, per una ricetta che, tra l’altro, è anche vegetariana e vegana. Per favorire tutti i palati” continua Potenzano.

All’interno della box si trovano infatti tutti gli ingredienti necessari per poter preparare un ottimo primo piatto: “Un esempio su tutti: le busiate scelte sono di Molini del Ponte, che esporta la sua pasta in tutto il mondo, recensita anche sul New York Times data la sua qualità eccellente”. E poi: salsa di pomodoro ciliegino, olio aromatizzato all’aglio, olio extra vergine d’oliva, olive nere, capperi lilliput, cristalli di sale marino, sale fino e pepe nero.

E’ così che lo chef ha giocato con i sapori e si è divertito a scrivere una ricetta “che fosse facile e intuitiva, senza dare nulla per scontato, neppure l’indicazione di buttare la pasta quando l’acqua va in ebollizione” sorride Fabio Potenzano.

Con tanto di piccolo segreto: “Tratto questa box come fosse un mio pargoletto, la porto sempre con me, anche ora che seguo il Solemar Yachting Club a Palermo. E’ diventata la mia coperta di Linus”.

 


Letizia Bonetti

Giornalista e social media manager, sempre in giro per il mondo ma grande sostenitrice del made in Italy, ama la buona cucina... però è un disastro ai fornelli! Da quando ha scoperto My Cooking Box è (quasi) diventata una chef coi fiocchi.

Accetto le condizioni della Privacy Policy.